Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 21 Apr, 2016 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

Allora si… pedalare

Allora si… pedalare

Allora si … pedalare

Riceviamo e pubblichiamo

Con il seguente comunicato intendiamo prima di tutto ringraziare coloro i quali, partecipando alla pedalata del 15 aprile, hanno deciso di scendere in strada con noi per chiedere a gran voce politiche energetiche che mettano le fonti fossili ai margini, virando verso scelte di sviluppo incentrate sulle energie rinnovabili e sulla tutela degli ecosistemi. Vogliamo ringraziare, inoltre, chi ha trascorso la domenica sera con noi all’Asharam Santa Caterina, partecipando alla cena sociale e aspettando i risultati del referendum, sperando fino all’ultimo che prevalesse una volontà generale unita e attenta al futuro energetico e ambientale del nostro paese.
Infine vogliamo ringraziare i 12.480 stabiesi che domenica 17 aprile, votando “Sì”, hanno tentato di dare una scadenza certa alle estrazioni marine di idrocarburi entro le 12 miglia dalle coste italiane.
Certi di aver fatto tutto il possibile per perorare una causa che riteniamo ancora, nonostante l’esito referendario, più che giusta e meritevole di impegno, ci rimbocchiamo subito le maniche e ritorniamo alle nostre battaglie locali, in primis quelle incentrate sulla mobilità sostenibile, perché il cambiamento parte da ciò che ci circonda.
Cogliamo quindi l’occasione, in vista delle imminenti elezioni amministrative, per indicare, a chi concorrerà al ruolo di guida della città, i punti che consideriamo fondamentali per ottenere una città “ciclabile”:
– installare in città il maggior numero di rastrelliere possibile, qualitativamente migliori di quelle adottate nel 2012 in risposta alle nostre richieste;
– prevedere un percorso destinato all’uso esclusivo delle biciclette in villa comunale, qualora non fosse più previsto, ed un collegamento immediato con la pista ciclabile posta lungo corso Alcide de Gasperi, che auspichiamo venga presto completata;
– individuare percorsi ciclabili che colleghino le periferie al centro cittadino, in modo da fornire un’alternativa di movimento eco-sostenibile agli abitanti delle zone periferiche della città.
Ognuno di questi passi, che possono sembrare insignificanti o non necessari, contribuirebbe a rendere Castellammare una città più vivibile.
Sappiamo che i problemi e le mancanze nella nostra città sono tanti e alcuni decisamente urgenti, ma siamo determinati a portare avanti questa campagna, perché una città a misura di bici è una città a misura d’uomo, e come mostrano gli esempi di innumerevoli città nord-europee, ma anche dell’Italia settentrionale, la bicicletta è un mezzo di trasporto che favorisce il commercio, riduce sensibilmente le emissioni inquinanti e il traffico, incentiva il turismo e valorizza la città.

Gli Amici della Filangieri

foto di Stefania Di Nocera

foto di Stefania Di Nocera

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/allora-si-pedalare/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *