Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 27 Giu, 2016 in Qui Castellammare | 0 Commenti

Ancora troppe ombre sul lavoro

Ancora troppe ombre sul lavoro

Castellammare. “Chiarezza” è quanto chiedono Salvatore Vozza e Alessandro Zingone, in merito ai contratti di sostituzione, presso l’azienda Multiservizi. Già nel fine settimana i due rappresentanti d’opposizione erano intervenuti sull’argomento chiedendo di sapere se tale informazione fosse vera e qualora fosse vera di capire il criterio utilizzato per scegliere le persone cui affidare gli incarichi di sostituzione estiva. “I primi quattro lavoratori – commentano Vozza e Zingone – sono entrati oggi ,gli altri sedici saranno avviati nei prossimi giorni. Speriamo per la città che questo non sia vero e non sia questo il messaggio che PD e le liste di destra inviano , a pochi giorni dalla chiusura delle urne,sul tema della trasparenza e del lavoro’’. Un episodio che Vozza e Zingone definiscono , senza mezzi termini, ‘’una prima, brutale, spartizione dei lavoratori che dovrebbero consentire di attuare il piano ferie alla Multiservizi,sarebbe stata organizzata per pagare le prime cambiali elettorali. Esiste – chiedono- un piano ferie già concordato con i sindacati?Perché non si è utilizzato , almeno in parte,il criterio dei lavoratori delle aree di crisi? Perché non si è scelta la strada del centro per l’impiego?La nostra impressione è che sia già cominciata una brutta partita dei soliti noti a danno della città. In giro e a muoversi su questi temi c’è già qualcuno che si sente investito dal ruolo di assessore?Non stiamo parlando di sciocchezze l’appalto dei rifiuti vale quasi 100 milioni. Vuoi vedere , che nonostante la gara svolta, si corre il rischio di continuare con gli affidamenti provvisori? Le condizioni in cui versa la città sono quelle che vediamo sotto i nostri occhi, i cittadini pagano bollette salate per un servizio che funziona male . Allora noi chiediamo: è possibile sapere a quanto ammontano le ore di lavoro straordinario negli ultimi tre mesi; qual è la percentuale di raccolta differenziata, e in ultimo cosa s’intende fare per bloccare le assunzioni pilotate e chi è stato assunto nella società che svolgerà il sevizio tributi? Continuiamo a ritenere che in una situazione di difficoltà occupazionale come questa, il rispetto delle regole e la trasparenza nelle modalità di selezione siano la base da cui partire.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/ancora-troppe-ombre-sul-lavoro/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *