Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 10 Mar, 2017 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

Per Castellamare i sindaci si facciano sentire sui progetti della riqualificazione delle periferie

Per Castellamare i sindaci si facciano sentire sui progetti della riqualificazione delle periferie

Per Castellamare ”i sindaci si facciano sentire sui progetti della riqualificazione delle periferie”

Vozza e Zingone sulle convenzioni per la realizzazione dei progetti di riqualificazione delle periferie di 24 città metropolitane Castellammare avanzi le sue richieste.
” Le cronache di questi giorni ci informano – dichiarano i consiglieri del gruppo Per Castellammare- dell’approvazione delle convenzioni per la realizzazione dei progetti di riqualificazione delle periferie di 24 città metropolitane. Dando un occhio ai progetti approvati appare subito chiaro che per il momento si parla solo di Scampia. Non capiamo perché il nostro comune , dopo la perdita dei fondi per la riqualificazione del rione Savorito, sceglie di non presentare alcun progetto rispetto alla riqualificazione delle periferie. La Città Metroplitana oltre a Napoli deve saper valorizzare i territori e rappresentarne le esigenze in tutte le sedi .Conosciamo bene la realtà della nostra area metropolitana: un groviglio di potenzialità, di aspetti negativi, di economia illegale ,di presenza della criminalità, insieme a settori avanzati e all’avanguardia. Parta da Castellammare la richiesta al Sindaco della C.Metroplitana,di aprire un confronto per definire le priorità per le quali richiedere sostegno e risorse. Parta da Castellammare lettera ad altri sindaci per richiedere una discussione sui contenuti dello stesso accordo tra Regione e Città Metroplitana. Al Sindaco della città metropolitana la legge Delrio assegna compiti importanti, che vanno esercitati per costruire ,intanto, una programmazione seria, interventi concreti e un progetto strategico di rilancio dell’area Metropolitana . Sappiamo tutti che , rispetto ad altre realtà, la Città Metropolitana di Napoli ha più problemi e sfide da vincere;proprio per questo occorre una svolta rispetto al ruolo delle Provincie , la costruzione di un disegno territoriale basato sulle reti di connessione materiali e immateriali e sui grandi servizi metropolitani. Castellammare per il suo ruolo può contribuire a smuovere questa situazione,evitando che si affermi una visione burocratica e distratta dei complessi problemi di tanti comuni, di tante periferie .Napoli e il sistema delle città medie unico in Italia ,possono diventare un punto di forza per costruire questa nuova dimensione, per “ trattare con Governo e Regione, o ripiegare su se stessi in una dannosa contrapposizione tra Napoli e il resto dei comuni delle provincia che compongono la Città Metroplitana.Lo stesso del sindaco metropolitano Luigi De Magisis deve rapportarsi in modo diverso a questa nuova dimensione; anche per lui è un banco di prova serio. Si convochi nella nostra città un momento di riflessione, con il Sindaco Metropolitano, il Presidente della Regione e gli altri sindaci per delineare il programma, che manca , della Città Metropolitana. Ci auguriamo – concludono i consiglieri Vozza e Zingone- che i primi cittadini a partire da quello di Castellammare , e partendo dal tema della riqualificazione delle periferie ,facciano sentire la loro voce nell’interesse dei territori che amministrano’’ .

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/castellamare-sindaci-periferie/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *