Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 15 Gen, 2016 in Il Punto, Prima Pagina | 0 Commenti

Castellammare Napoli così vicine così lontane

Castellammare Napoli così vicine così lontane

Napoli Castellammare così vicine così lontane. Trentaquattro chilometri circa e trentasei minuti d’orologio separano Napoli e Castellammare una manciata di passi, un mezzo giro di lancette . Ma mai come, in questo periodo, una distanza siderale divide le due città che, nella tarda primavera ritorneranno alle urne. Mentre a Napoli il centro destra ha un nome quello di Gianni Lettieri , a Castellammare nulla sembra sentirsi in giro rispetto a chi sarà l’uomo o la donna che guiderà la coalizione alla prossima tornata elettorale. Un silenzio tombale che diventa ancora più assordante se la discussione si sposta dall’altra parte del campo ossia in quello del centro sinistra. Mentre a Napoli c’è un sindaco uscente , Luigi De Magistris , che chiede la riconferma, a Castellammare del sindaco sfiduciato da una parte della sua maggioranza, Nicola Cuomo, sembrano essersi perse le tracce. Se a Napoli c’è un ex sindaco Antonio Bassolino che ha bruciato tutti sul tempo sia nell’annunciare la sua candidatura sia nel raccogliere le firme per competere alle primarie e da settimane va avanti con assemblee e riunioni nei diversi quartieri della città : ascoltando, incontrando persone per scrivere un programma e una prospettiva per Napoli. A Castellammare nessuno esce allo scoperto. Nessuno ci mette la faccia. Sussurri, un pò di attivismo di facciata, qualche iniziative elettoralistica più o meno mascherata e poi più nulla in una città addormentata e priva di entusiasmo. Mentre a Napoli c’è un Pd che aspetta un “messia” che spazzi via Bassolino ed è un continuo susseguirsi di nomi, a Castellammare del Pd si sono perse le tracce. Del commissario venuto dal Parlamento a sbrogliare la vicenda stabiese si sa poco. Se non che è stato qualche giorno fa in città a tastare il territorio. Da statuto a Castellammare si svolgeranno le primarie ma quali saranno i nomi in corsa non si sa e le firme per sostenere le candidature? e le regole ? Quante le domande ancora senza una risposta. Le Primarie sono un bellissimo strumento di partecipazione democratica. Si sono dimostrate anche capaci di riavvicinare i cittadini alla politica ma da sole non servono a risolvere contraddizioni e problemi e certamente qui a Castellammare non serviranno a ridare autorevolezza ed energie ad un Partito in evidente difficoltà. Un partito silente che però è pronto alla conta interna. E la società civile ? Anche di questa sembrano essersi perse le tracce. E la politica ? La città reale non si vede quella virtuale invece sembra essere diventata preda di un manipolo di fotografi da strapazzo pronti a fermare con un ‘immagine ogni sorta di malefatta pensando che una foto messa in rete faccia crescere il senso civico .  Vista dall’esterno quella di Castellammare sembra una competizione che non c’è.

Angela Longobardi

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/castellammarenapoli-cosi-vicine-cosi-lontane/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *