Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 27 Lug, 2017 in Eventi, Prima Pagina | 0 Commenti

Faito Doc Festival lunedi la presentazione

Faito Doc Festival lunedi la presentazione

Faito Doc Festival lunedi la presentazione della decima edizione che apre con un omaggio a Michelangelo Antonioni
Sarà presentata presso la sala della Santissima Trinità nel comune di Vico Equense, lunedì 31 Luglio alle ore 12,00 la Conferenza Stampa di presentazione della X edizione del Faito Doc Festival. “Orizzonti” è il tema scelto quest’anno per il festival che dal 1 al 7 agosto chiamerà sul Monte Faito registi e documentaristi da tutto il mondo. Tanti registi, tanti film , tanti eventi per grandi e più giovani e tanta musica. Concerti all’alba, al tramonto e un grande concerto finale. Ad aprire la decima edizione del Festival sarà un omaggio al grande Maestro del cinema Michelangelo Antonioni ‘’Il Faito doc Festival – scrive Enrica Antonioni, vedova del regista – è un piccolo grande miracolo. Già la montagna del Faito lo è. In giuria 10 anni fa ci siamo avventurati in tanti mondi diversi, ben al di là dei nostri confini. Questa è la vostra forza e vi auguro che i vostri orizzonti possano sempre guardare lontano, oltre a noi stessi. Sono molto contenta dell’omaggio a Michelangelo. I vostri 10 anni di vita coincidono con la sua scomparsa ed io, alla vostra nascita, spero di aver portato un po’ della sua presenza’’. Dopo l’omaggio ad Antonioni il festival accompagnerà gli appassionati per ben sette giorni. ‘’Monte Faito – commentano i due direttori Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro- durante sette giorni diventa un’isola multiculturale e plurilinguistica attraverso documentari provenienti e coprodotti da 17 paesi diversi, con registi, artisti e personalità del mondo del Cinema del Reale che giungono da più parti d’Europa e del Mondo. Un evento cresciuto nel tempo . ‘’ Abbiamo avuto in giuria – nel corso di questi dieci anni – personalità di primissima importanza del Cinema del Reale – come: Thierry Garrel, Lorenzo Hendel, Michel Baudour, Antonio Capuano, Enrica Fico Antonioni, Marilyn Watelet, Babak Karimi, Olivier Smolders, Hugues Le Paige e quest’anno avremo ;una giuria d’eccezione.: Ci onoreranno della loro presenza , in questa edizione, Luciano Barisone, gia’ Direttore del festival Visions du Réel di Nyon, Carine Bratzlavsky, Producer RTBF , Valérie Gerbault, General Delegate of ‘CMCA PriMed, Salvatore Tomai, regista e autore televisivo RAI, Waddah Al Fahed, regista pluripremiatoe gia’ membro della giuria del “Lucania Festival’’.

I film in competizione e l’intero programma del Festival saranno illustrati alla stampa lunedi 31 Luglio alle ore 12,00.

E già vi anticipiamo alcuni FOCUS

.4 agosto – ore 12: Une jeune fille de 90 ans di Valeria Bruni Tedeschi and Yann Coridian – con la presenza eccezionale del protagonista Thierry Thieû Niang, coreografo di fama internazionale, che conduce un laboratorio di danza con pazienti malati di Alzheimer, presso il reparto geriatrico dell’ospedale Charles Foix d’Ivry, non lontano da Parigi. Attraverso la danza le vite s’incontrano, i ricordi affiorano pieni di rimpianti, di amarezza, di accessi di gioia e solitudine. La protagonista del film, Blanche, giovane ragazza di novant’anni si innamora del coreografo, e la sua malattia diventa la malattia dell’amore. Film premiato al Gran Premio ARTE (televisione franco tedesca). Ancora ‘’Volta à Terra / (Be)longing di João Pedro Plácido -L’Orizzonte tra – fra due mondi (campagna e città) Premiato al Chicago International Film Festival, Gold Hugo for Best Documentary 2015, al Lisboa, doclisboa Festival Internacional de Cinema Documental. Il 3 agosto: Enquête au paradis / Tahqiq Fel Djenna (Algeria / France) by Merzak Allouache – 2016, 135’ Castro (Italy) di Paolo Civati – 2016, 82’ Premio Telerama del FIPA, Selezionato a Berlino. Il 2 agosto ore 21:30: L’immense retour (Belgium /France) di Manon Coubia – 2016, 14’ Pardino d’oro per il miglior cortometraggio internazionale – Premio SRG SSR, Locarno Nomination for the European Film Awards. Il 5 agosto ore 12: Vivian, Vivian (The Netherlands) di Ingrid Kamerling – 2016 – 54′ . Sempre presente il legame tra il Festival e il Faito che quest’anno si esplica anche nel documentario “Dal Faito all’orizzonte” – realizzato nell’ambito di un viaggio scolastico svoltosi lo scorso maggio proprio sul Monte Faito. ‘’Dal film – sottolineano i direttori artistici- la nostra sigla Faito DOC festival 2017 ha tratto ispirazione’’.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/faito-doc-festival-lunedi-la-presentazione/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *