Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 2 Giu, 2016 in Il Punto, Prima Pagina | 1 Commento

Gomorra 2: Anatomia del male

Gomorra 2: Anatomia del male

Gomorra 2 , Anatomia del male

Di Michele Caiazzo

 

 

Gomorra2 è una fiction, che rispetta di certo le leggi delle fiction e delle produzioni video-televisive.
Non ti fa vedere tutta la città ma la seziona, freddamente, chirurgicamente.
Gomorra è un’anatomia del male.
Mette a fuoco il male e cioè la “vita” e le azioni dei clan criminali. Che sono dentro, agiscono in parallelo, ma sembrano distanti, quasi sconnessi dalla città.
Ne descrive gli affari. Ne mostra la barbarie. Li sputtana e ne evidenzia l’humus, che è una cloaca della disumanità.
I criminali in Gomorra o vengono uccisi (si ammazzano fra di loro) o, se gli va bene, vanno in galera. Sono dunque candidati, come è successo e succede nella realtà, o a finire anzitempo al cimitero o a marcire nelle galere.
Loro credono di essere uomini “d’onore” ma, da trafficanti di morte, da carnefici, rappresentano la quintessenza del disonore, senza limiti, di cui si possono coprire degli esseri “umani”.
Questo, onestamente, consegna la visione della fiction.
Eppure, secondo alcune esagerate polemiche, pare quasi che il problema non sia il male, da combattere, ma la rappresentazione del male, che, invece, aiuta a riflettere, a capire.
Le Istituzioni e la parte sana della società (la stragrande maggioranza) più che lamentarsi di Gomorra (fiction) e dei suoi presunti effetti “emulativi” dovrebbero, invece, prendere maggiormante coscienza della dimensione assunta dal fenomeno criminale, quello che agisce nella realtà, e intensificare le azioni di contrasto, prevenzione e repressione.
Gomorra libro e Gomorra fiction, sulla base della conoscenza e dello studio dell’attività di tanti magistrati, hanno avuto il merito di svelare al grande pubblico le dinamiche criminali moderne, globali e finanziarie, di camorre e mafie.
Non è il vedere Gomorra che fa male (che, peraltro, tecnicamente è fatta molto bene).
Più la guardi e più pensi che “la camorra è una montagna di merda”.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/gomorra-2-anatomia-del-male/

1 Commento

  1. Non guardo questa serie, perché a mio avviso stimola alla delinquenza, mitizzandone le gesta, persone che già vivono una vita di disagio e che non dispongono delle informazioni necessarie per potersi difendere.
    Ad ogni buon conto, sarebbe interessante che qualche Regista si occupasse del gran male che molti enti pubblici, università comprese, fanno non solo all Regione Campania ma all’Italia intera: Una massa critica di gente che drena stipendi dando in cambio davvero molto ma molto poco. Una “Spina nel Fianco” dei tanti Italiani che lavorano producendo qualcosa di utile per la collettività!

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *