Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 23 Mar, 2016 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

La JuveStabia con poca grinta, il Benevento passa al Menti.

La JuveStabia con poca grinta, il Benevento passa al Menti.

 

La JuveStabia con poca grinta, il Benevento passa al Menti.

Del Pinto con un gol allo scadere del primo tempo regala tre punti alla capolista di Auteri.

Di Jacopo Petruccione

Le vespe di mister Zavettieri, con il solito problema infortuni, ospita, nell’anticipo Pasquale insolito del mercoledì, il Benevento, lanciatissimo al primo posto in classifica.
Contessa da’ forfait nella rifinitura e il suo posto viene preso da Liotti, oggi impreciso non da meno del titolare nelle recenti prestazioni.
In avanti Nicastro con Diop, che si è impegnato tantissimo, con Del Sante recuperato in extremis pronto a subentrare.
Partono bene i gialloble’ con buona verve soprattutto in avanti, seppur la manovra pian piano si rallenti, a causa di un centrocampo riconquistato subito dai sanniti.
Auteri sa bene che nei derby le insidie sono dietro l’angolo ed ha preparato la partita proprio chiudendo dalla mediana i rifornimenti sugli esterni, frenando in tal modo specialmente l’apporto pericoloso di Lisi.
Il Benevento si rende pericoloso prima con un tiro di Lopez e poi su punizione di Ciciretti.
Al 36′ miracolo di Russo su tiro ravvicinato di Cisse’, ma a fine primo tempo Del Pinto porta in vantaggio i giallorossi, sfruttando al meglio un delizioso assist di Cisse’.
La seconda frazione di gioco ci riporta una JuveStabia vogliosa ma fin troppo timida, a tratti passiva di fronte al gioco dei sanniti, che hanno cercato specialmente dopo il gol di preservare il risultato.
Ci prova subito Carillo sugli sviluppi di un corner ma Gori compie un miracolo.
Poi tocca al solito Nicastro su punizione ma il tiro, particolarmente forte, va a lato.
Zavettieri tenta il tutto per tutto ed inserisce Del Sante ma a poco serve l’assalto confuso del finale.
Dopo 4′ di recupero, l’arbitro pone fine alle ostilità, consegnando vittoria e primato consolidato agli uomini di mister Auteri.
Il leitmotiv di quest’anno si è riproposto anche oggi.
Una squadra che sembra accendersi ad intermittenza, quasi sempre senza mordente, colpa di un centrocampo che ringhia solo con Maiorano e con un Obodo anche oggi lento ed impreciso.
Le colpe non possono addossarsi sempre a Società ed allenatore, a volte, e soprattutto in derby sentiti dalle tifoserie, serve anche il cuore dei calciatori, l’attaccamento alla maglia, la voglia di regalare una prestazione importante ai propri tifosi, che oggi come sempre hanno sostenuto fino all’ultimo minuto.
Partite come queste di giocano anche con il coltello tra i denti, non dovrebbe contare la classifica o le potenzialità sulla “carta”.
Forse sarà un discorso da calcio “romantico” ma oggi è parso che il Benevento abbia conseguito il massimo risultato con il minor sforzo.
Gli Stabiesi che hanno incitato per tutta la partita meritano di più.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/la-juvestabia-con-poca-grinta-il-benevento-passa-al-menti/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *