Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 13 Feb, 2017 in Good News, Prima Pagina | 0 Commenti

La Taverna degli artisti lì dove l’amore per il prossimo si coniuga con il gusto

La Taverna degli artisti lì dove l’amore per il prossimo si coniuga con il gusto

La Taverna degli artisti lì dove l’amore per il prossimo si coniuga con il gusto

Un borgo medioevale immerso nel verde, dove tutto profuma di pulito e semplicità , è in questa oasi di pace che, da alcuni anni a questa parte , l’amore per il prossimo si coniuga con il gusto e assume le vesti di un ristorante sociale.

Manocalzati. La primavera è quasi alle porte nel piccolo comune di Manocalzati, in provincia di Avellino, 3 156 anime, ed un esperimento di integrazione e solidarietà che va a gonfie vele: La Taverna degli Artisti . Mentre la neve lascia il posto a qualche piccolo croco che, spunta dai prati, tra la brina, nei giorni dedicati all’Amore, c’è un gran da fare tra le mura del locale , in Piazza John Ciardi, 28.

Nell’aria un profumo di cose buone, in cucina e in sala una melodia composta dal suono di pentole e mestoli, di piatti e bicchieri e di voci: squillanti, giovani, allegre. Sono le voci dei ragazzi della Comunità di San Potito Ultra, a cui Salvatore Mauriello, poco più che quarantenne, stabiese di nascita, irpino di adozione, ha provato con grinta e passione a immaginare un futuro. Un esempio di fondi spesi bene. Un luogo dove qualità e gusto si incontrano, si coniugano e si fondono con la solidarietà e l’amore per il prossimo.  La Taverna degli Artisti è un luogo dove trovare cibo di qualità, cucinato con dedizione e professionalità ad un prezzo buono per tutti i palati. Tanti coperti ed una cucina caratterizzata da cibo di stagione che arriva da una filiera corta. Un esperimento che ha saputo convogliare storie differenti, accomunate tutte dal desiderio di riscatto. Lo staff, tra sala e cucina, è composto per lo più da giovani . Il ristorante sociale la Taverna degli Artisti è un’occasione di inserimento lavorativo e perfezionamento formativo dei ragazzi ospiti della Comunità Alloggio di Sa Potito Ultra; ragazzi maggiorenni che, lavorando ogni giorno al servizio del ristorante, apprenderanno una professione preziosa, dando prova concreta di un modo diverso e più costruttivo di vivere il proprio percorso di vita al di fuori della famiglia. Praticare e vivere la solidarietà come più alta forma di amore verso il prossimo .

  

Una dimostrazione che “il sociale” può diventare una scelta di normalità e concretezza.  ”Mangiando – si legge sulla pagina social della Taverna degli Artisti-  non vi accorgerete della differenza, ma scegliendo il nostro Ristorante appagherete il vostro bisogno di praticare la solidarietà”. Arte, cucina e solidarietà e menù sempre nuovi che promettono freschezza e genuinità. Materie prime prodotte dai detenuti degli Istituti Penitenziari della Provincia di Avellino, tirocini formativi in collaborazione con la Casa sulla Roccia di Avellino. Un progetto , cresciuto nel tempo. Tante le recensioni positive sui maggiori siti dedicati. ”Ottimo ristorante piatti unici e buonissimi siamo stati benissimo personale qualificato e gentile.un consiglio fate fare tutto a loro sapranno indicarvi il giusto” è uno dei tanti commenti letti su Tripadvisor.com ,il  portale web di viaggi, che pubblica le recensioni degli utenti riguardo hotel, ristoranti e attrazioni turistiche. L’Amore è in tante piccole cose che, con la loro semplicità,  rendono felici e danno un senso alle  giornate  è tra queste mura che, un sentimento così declamato , diventa tangibile.

Angela Longobardi

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/la-taverna-degli-artisti/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *