Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 26 Dic, 2016 in Bar dello Sport, Prima Pagina | 0 Commenti

Lo Stabia ha così bisogno del mercato di gennaio?

Lo Stabia ha così bisogno del mercato di gennaio?

Lo Stabia ha così bisogno del mercato di gennaio ?

Dì Jacopo Petruccione

Arriva la sessione invernale del mercato e, dove addetti ai lavori e non, azzardano trasferimenti importanti, soprattutto tra le squadre al vertice.

Tra queste, nel girone C di Lega Pro, la JuveStabia che, finora, può ritenersi soddisfatta della prima parte di campionato.

Una squadra costruita per divertire e, come più volte detto da mister Fontana e patron Manniello, per “stuzzicare” le big del girone.

Proprio quest’ultimo, primo tifoso delle vespe, ha promesso dalla scorsa stagione di voler riscattare le delusioni degli ultimi anni, nei quali, comunque, la Società non ha mai fatto mancare l’impegno attraverso mille sacrifici, anche in condizioni difficili.

Basta ricordare la maledetta stagione della retrocessione dalla B, dove si parti’, costruendo una squadra che, per esperienza di alcuni uomini, doveva fare il salto di qualità al terzo anno in cadetteria ma che, invece, deluse le aspettative nel peggiore dei modi.

L’anno successivo si ritorna in terza serie e viene ricordato, oltre che per l’ottimo campionato dei ragazzi di Pancaro e Savini, per l’errore clamoroso arbitrale in quel di Bassano, che portò all’eliminazione dai play off.

Chiunque avrebbe lasciato ma Franco Manniello no, non vuole a tutti i costi lasciare la propria squadra dopo una stagione nefasta.

Ecco che, quindi, soffre e nella stagione, quella scorsa, nata male, seppur portata alla fine tra mille difficoltà, medita il riscatto.

Promessa mantenuta.

Squadra allestita di tutto rispetto, con la gran parte di elementi che hanno quella caratteristica che si richiedeva nella Città delle acque: aver fame di vincere.

A guidare una rosa competitiva, Gaetano Fontana, arrivato dopo la squalifica (per i fatti di Salernitana-Nocerina) e voglioso di riscattarsi.

L’accoglienza del popolo stabiese, anche per alcune ruggini di quando Fontana indossava la numero 10 gialloble, non è delle più calorose.

I risultati ed il bel gioco, però, contribuiscono nell’annullare, come spesso accade, lo scetticismo che fa posto al nuovo entusiasmo.

La storia è recente con le vespe a due lunghezze dal primo posto, divenute sempre più “fastidiose”, come chiede il suo mister, ai vertici della classifica.

Ecco che però, con l’apertura della sessione di mercato, anche i tifosi azzardano richieste di nomi altisonanti.

Castaldo ed Evacuo su tutti.

Si cade nell’errore di convincersi che “i nomi” siano garanzia di marcia in più, forse poco considerando che le vittorie sono figlie di un gruppo.

Così sembra che sia avvenuto finora tra le vespe, nonostante, comunque, la garanzia di marcia in più sia stata enormemente garantita, finora, da Capodaglio&co.

La JuveStabia di quest’anno sembra già completa e competitiva.

Fino a prova contraria, infatti, si è fatto fronte ai vari infortuni e partite ravvicinate, in egregio modo, con un gruppo che si è sempre dimostrato coeso e perfettamente in simbiosi con le richieste del proprio trainer.

Ecco che, quindi, è auspicabile intervenire sul mercato si ma senza la frenesia di ricercare a tutti i costi il colpo “ad effetto”, che tale può non rivelarsi.

Anche la piazza deve rendersi conto che sarà giusto intervenire con oculatezza, preferendo innanzitutto le operazioni che risultano essere forzate (vedi la rescissione di Amenta), per poi concentrarsi, ove le condizioni di mercato lo permettano, su elementi che possano fare al caso.

Chiunque sarà scelto, a prescindere dal nome, deve avvertire, prima di tutto, la responsabilità di far parte di un gruppo che ha fatto un percorso importante finora, un gruppo che ha dimostrato di volersi sacrificare, mai lesinando impegno e attaccamento.

Che sia chiaro, soprattutto quando si parla di nomi eccellenti e di “cavalli di ritorno”.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/lo-stabia-ha-cosi-bisogno-del-mercato-di-gennaio/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *