Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 30 Ott, 2016 in Bar dello Sport, Qui Castellammare | 0 Commenti

Lo Stabia si regala il primato

Lo Stabia si regala il primato.

Di Jacopo Petruccione

Superato il Cosenza al Menti, per la sesta vittoria su sei partite tra le mura amiche, lo Stabia di Fontana si assesta al primo posto, in attesa del posticipo tra Lecce e Foggia.

Il mister stabiese ridisegna la linea difensiva, dovendo fare a meno di Cancellotti, per un lutto grave in famiglia, e Morero, squalificato.

Quindi al fianco di Atanasov ecco Liotti e sulle fasce, oltre Liviero, sulla destra ecco Lisi.

La partita comincia con buoni ritmi e dopo un paio di incursioni in area, le vespe passano al 25′, su calcio di rigore, per atterramento di Scalise, trasformato dal solito Ripa.

Poco e nulla il Cosenza in avanti, anche se, grazie ad un pressing sui portatori di palla gialloble, riescano ad imbrigliare, di tanto in tanto, la manovra stabiese.

Ci prova prima del duplice fischio Marotta, impegnando il portiere avversario, direttamente da corner.

Finisce il primo tempo con le vespe in vantaggio 1-0.

Il secondo tempo ci si aspetta la reazione calabrese ma prima non riescono ad approfittarne di un’uscita infelice di Russo e poi sprecano con Baclet.

Gli stabiesi perdono Izzillo per infortunio, che viene rimpiazzato da Salvi.

Le vespe soffrono a tratti per alcune imprecisioni, ma vanno vicine al raddoppio prima con Sandomenico e poi con il subentrato Kanoute.

Ecco che, allo scadere, arriva il secondo gol proprio con l’esterno ex Aquila, bravo a sfruttare un ottimo contropiede con assist di Kanoute.

Finisce 2-0 con il tripudio del Menti.

Il Cosenza resta a 4 punti dalla zona playoff ed incassa la sua seconda sconfitta consecutiva.

Le vespe si godono il primato per una notte, una notte magica piena di entusiasmo.

Si sogna nella Città delle acque, con una classifica finalmente da ammirare ed un posticipo da “seguire”.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/lo-stabia-si-regala-il-primato/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *