Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 13 Nov, 2016 in Bar dello Sport, Qui Castellammare | 0 Commenti

LoStabia tiene a bada le inseguitrici 

LoStabia tiene a bada le inseguitrici 

Lo Stabia tiene a bada le inseguitrici

Di Jacopo Pertruccione

Finisce 1-1 contro la Casertana, al vantaggio dei falchetti nel primo tempo, replica Mastalli con un eurogol da fuori area.

Partita double-face stasera al Pinto dove la JuveStabia riesce ad acciuffare un importante pareggio.

Un primo tempo che vede partire bene le vespe, che si vedono annullare un gol con il solito Ripa, ma che poi vede andare in vantaggio i rossoblu con Corado, bravo ad insaccare di testa sugli sviluppi di un corner.

Poco prima era stato superlativo Russo nel dire no, per ben due volte, a Carlini.

Finisce il primo tempo con una Casertana che ha speso tanto, sotto il profilo delle energie fisiche, e dove risalta la prestazione di Raijcic nella mediana.

Il secondo tempo (ri)parte il treno gialloble che comincia a macinare gioco ed occasioni.

Al 9′ Izzillo da buona occasione spreca la possibile palla del pareggio.

Poi tocca a Ripa sfiorare il gol, in spaccata su assist di Sandomenico.

Ancora le vespe vedono respingere, per ben due volte dal portiere di casa, due tiri ravvicinati che fanno gridare al gol i circa 1500 tifosi gialloble giunti a Caserta.

A furia di spingere, costringono i falchetti a restare in inferiorità numerica per l’espulsione di Carriero.

Ecco che poco dopo Mastalli, al 31′ della ripresa, sfodera una magia dal cilindro con un eurogol dalla distanza.

Le vespe ora ci credono e spingono verso la vittoria ma dopo 2′ di recupero, termina in parità il match.

Punto d’oro se si considera come si era messo il match.

Ottima reazione delle vespe che, anche stasera, hanno sfoderato una prestazione che mette in risalto le qualità di un gruppo, oltre che dei singoli.

Ora testa al Lecce e, con questo entusiasmo, nulla può esser proibito.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/lostabia-tiene-a-bada-le-inseguitrici/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *