Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 3 Dic, 2016 in Bar dello Sport, Qui Castellammare | 0 Commenti

Mastalli abbatte il muro del Francavilla 

Mastalli abbatte il muro del Francavilla 

Mastalli abbatte il muro del Francavilla.

Di Jacopo Petruccione 

È stato necessario un eurogol del centrocampista di scuola Milan a regalare una vittoria alle vespe, sofferta ma quanto mai meritata.
Rigori sbagliati, occasioni fallite e capovolgimenti di fronte pericolosi, sono stati gli ingredienti del match al Menti tra la JuveStabia e la matricola terribile Virtus Francavilla.

Quest’ultima è arrivata a Castellammare con il morale a mille, visto l’ottimo inizio di stagione ed il buon posizionamento in classifica, annoverando tra le propria fila calciatori di tutto rispetto, quali l’ex De Angelis e Abruzzese, ex Lecce.

Mister Fontana riserva tante sorprese nell’undici iniziale, con l’esordio di Camigliano centrale vicino Atanasov e Salvi al posto di Mastalli nella mediana.

In avanti panchina per Sandomenico e dentro dal 1′ Kanoute da un lato e Marotta dall’altro, a supportare Spider Ripa, terminale offensivo.

Sin da subito si comprende il leit motivo della gara con le vespe in predominio nella metà campo avversaria, con i pugliesi che confidano nelle ripartenza di Tzola.

Ma presto si capisce che il direttore di gara farà parlare a lungo di se.

Un pessimo sig. Schirru di Nichelino, al limite dell’imbarazzante, ha preso decisioni assurde, dando sempre la sensazione di arrivare un secondo dopo e più di una volta troppo lontano dal pallone.

Prima all’ 11′ nega un rigore evidente si padroni di casa, poi comincia un teatrino di ammonimenti ai difensori del Francavilla per il susseguirsi di molteplici falli, senza però mai estrarre il cartellino dal taschino.

Il Menti e la panchina gialloble spesso perdono la pazienza per le performances dell’arbitro.

Al 43′ non può far a meno però di concedere il penalty agli uomini di Fontana per un atterramento di Marotta.

Si presenta Ripa che però si fa ipnotizzare da Casadei.

Il primo tempo finisce quindi a reti inviolate.

La seconda frazione di gioco vede le vespe attaccare continuamente alla ricerca del gol, con ancora più foga della prima, concedendosi però qualche legittimo rischio nelle ripartenza degli ospiti.

Ci va vicino al vantaggio clamoroso Albertini, tra i pugliesi, che sfrutta un’indecisione difensiva ma il suo tiro si imbatte sul palo alla destra di Russo.

Sospiro di sollievo e la JuveStabia riparte all’arrembaggio ma Casadei, più volte, è abile nel dir di no ai vari tentativi di Ripa, Capodaglio e Kanoute.

Fontana cambia ed inserisce Mastalli per Salvi, Morero per Camigliano e, ad un quarto d’ora dalla fine, Sandomenico per Kanoute.

Ecco che proprio il subentrato Mastalli all’82’ trova un tiro imparabile dalla distanza che si insacca nell’angolo basso alla destra del portiere avversario, facendo letteralmente esplodere il Menti.

Lo show del direttore di gara però non si placa e, dopo aver allontanato il mister ospite Calabro, espelle al 3′ di recupero, un altro componente della panchina pugliese.

Finisce nel tripudio del popolo stabiese una partita difficilissima che ha portato una vittoria davvero importante, sia in termini di classifica, sia in termini di convinzione nei propri mezzi.

La JuveStabia ha saputo sciorinare un bel calcio per l’intera gara, ha saputo aspettare cercando sempre il gioco e mai perdendo la testa.

Un ulteriore passo in avanti di Ripa&co, ai quali attende un mese tremendo con 5 gare in meno di 20 giorni.

Ma lo Stabia c’è, ed oggi è l’ennesima dimostrazione.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/mastalli-abbatte-il-muro-del-francavilla/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *