Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 18 Nov, 2015 in Good News, Prima Pagina | 0 Commenti

Nati prematuri. Una battaglia da vincere

Nati prematuri. Una battaglia da vincere

”Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio” è con questo spirito che ogni giorno gli operatori sanitari dell’Associazione Soccorso Rosa Azzurro onlus ,medici, psicologi, infermieri, si impegnano in tutta una serie di iniziative volte al miglioramento del benessere dei neonati ricoverati presso il Reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Federico II” di Napoli, investendo notevoli risorse per l’aggiornamento tecnologico delle attrezzature, la formazione del personale ed i servizi di accoglienza per i genitori dei piccoli neonati. Un impegno costante che, lo scorso 17 Novembre, in occasione della Giornata Internazionale della Prematurità  ha visto  genitori ed operatori confrontarsi tra di loro. A fare da teatro all’iniziativa la sala genitori dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.

Un incontro che è stato di informazione, di sensibilizzazione e di sostegno in cui i genitori dei bambini attualmente ricoverati e quelli che hanno già vissuto l’esperienza della TIN si sono confrontati tra di loro.

Un momento intenso e partecipato.

Li chiamano “guerrieri” questi piccolini che, minuto dopo minuto, combattono più degli altri per vincere la loro battaglia con la vita.  Come veri “angeli custodi” con cura e dedizione gli operatori sanitari assistono pazienti e famiglie supportandoli lungo tutto il percorso di ricovero.

Dati alla mano ogni giorno in Italia vengono al mondo circa 13 bambini prematuri. Nel mondo un bambino su dieci nasce troppo presto e mentre  aumenta il numero di bambini nati pretermine migliora però la loro sopravvivenza. E’ grazie al miglioramento dell’assistenza neonatale e della diffusione delle Terapie Intensive Neonatali, oggi il 98,2% dei nati prematuri non ha problemi nè complicazioni.

Vincenzo, Chiara, Alessia, Giovanni, Teresa sono nomi di fantasia dietro i quali si celano storie di bimbi venuti al mondo con un peso inferiore ai due chili . Bimbi che ora corrono, giocano e scherzano come gli altri.  Bimbi che ieri hanno dato solo con il loro sorriso speranza ad altre mamme e ad altri papà che più di ogni altra cosa al mondo desiderano stringere per la vita i loro piccolini tra le braccia.

Nel reparto Tin del II Policlinico sono tanti i “guerrieri” che stanno lottando per farcela e  essere, insieme agli altri, i protagonisti dell’edizione 2016 della Giornata Internazionale dei bimbi nati prima del termine della gravidanza.

Tante le testimonianze che si sono susseguite ieri  sulla pagina social dell’associazione Soccorso Rosa-Azzurro Onlus  e tanti i messaggi di ringraziamento al personale sanitario  a firma dei genitori e delle famiglie .

L’ Associazione Soccorso Rosa-Azzurro onlus, infatti,  si avvale della collaborazione di genitori “veterani” che già hanno vissuto l’esperienza del bambino ricoverato in Terapia Intensiva Neonatale e che sono disponibili a condividere la loro esperienza ed a fornire il loro consiglio e supporto ai genitori non solo in reparto, ma anche dopo la dimissione.

Una grande famiglia che con preparazione e delicatezza ci mette il cuore in ogni attimo del giorno per regalare una speranza di vita .

 

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/nati-prematuri-una-battaglia-da-vincere/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *