Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 4 Feb, 2016 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

Noi siamo il partito di Renzi

Noi siamo il partito di Renzi

Congresso cittadino e procedere poi all’indicazione di un candidato unitario le priorità al centro di una nota firmata dagli esponenti del partito di Renzi di Castellammare di Stabia.  Porta la firma di Giovani Democratici, Area Riformista, Area Casillo, Rifare l’Italia, AreaDem, LabDem la nota inviata nella tarda serata di ieri alla segretaria regionale del Pd  Assunta Tartaglione  “Sabato 30 e Domenica 31 Gennaio decine di cittadini, di giovani, di donne, di lavoratori, di professionisti hanno deciso di ripartire insieme dopo la fine traumatica dell’esperienza di governo cittadina. 500 stabiesi hanno rinnovato la tessera del Partito Democratico, in un clima di grande responsabilità e di massima serenità; insieme ed uniti vogliamo ricostruire una grande comunità di donne e di uomini da mettere al servizio della nostra città con l’orgoglio di una grande storia collettiva, con la determinazione di una classe dirigente giovane, esperta e preparata e con l’umiltà di riconoscere i limiti ed gli errori legati all’ultima fallimentare esperienza di governo. Insieme ed uniti vogliamo mettere in campo la nostra visione progettuale e programmatica, capace di assumere la pesante crisi economica, sociale e culturale che investe Castellammare per indicare una traiettoria di futuro possibile. Il Centro Antico, il Porto, la Fincantieri, la linea di costa, il mare, Corso De Gasperi, le Terme, i quartieri popolari, gli scavi archeologici,la macchina comunale, sono i capitoli che intendiamo scrivere, insieme a migliaia di cittadini, di una nuova narrazione di Castellammare necessaria per uscire dal guado di un presente pesante e per conquistare una prospettiva di sviluppo, di crescita e di rinnovata coesione sociale. Questo impegno e questo lavoro hanno una premessa necessaria: la battaglia contro la Camorra criminale ed economica.Noi Vogliamo distruggere Gomorra. Sono tanti, troppi i quartieri della città che si ergono a monumenti del degrado e della rassegnazione e che noi abbiamo il dovere di abbattere per costruire un nuovo senso di comunità e di civiltà. In questi quartieri, in questi pezzi del nostro territorio, si sono spente le luci del futuro, ormai da troppo tempo; ci sono centinaia di bambini che lasciano la scuola e si preparano alla vita a 12 anni. Non e’ possibile vivere in questi luoghi della miseria umana, nel grigio di pilastri e balconi infiniti, tra cancelli e porte blindate, sommersi da un cemento cattivo che tutto travolge ed assorbe in un processo di edificazione continua delle coscienze, avvelenate dal presente come tempo che nega il futuro Li’ dobbiamo ricostruire insediamenti abitativi moderni, ecosostenibili, belli, pieni di verde, di attrezzature sportive, pieni di luce e di colore, con scuole ed università, cinema e teatri; li’ vogliamo realizzare le piazze più belle di Castellammare: un grande progetto di liberazione umana che parta dal recupero vero di una parte consistente del nostro patrimonio edilizio, sottratto non solo alle regole minime della legalità ma all’idea stessa di umanità. Per farlo occorre anche connettersi con le esperienze che in quei territori già esistono dando sostegno alle cooperative sociali, società sportive e associazioni culturali che si battono per migliorare le vite della loro comunità. La lotta alla camorra e’ stata la nostra priorità ieri, lo e’ oggi e lo sarà domani quando grandi risorse economiche, pubbliche e private, si riverseranno sulla nostra città: vigileremo, denunceremo, contrasteremo tutti i tentativi di infiltrazione camorrista. Con questo spirito e con queste motivazioni abbiamo chiesto al Segretario Regionale ed al Presidente della Commissione regionale di garanzia di convocare tempestivamente il Congresso Cittadino al fine di eleggere unitariamente gli organismi dirigenti del Partito e di procedere con la stessa tensione unitaria all’indicazione del candidato a Sindaco con il pieno coinvolgimento delle migliori espressioni del civismo progressista, e democratico della città’: questa e’ l’unica strada per recuperare pienamente credibilità e protagonismo politico in città in vista delle imminenti elezioni amministrative. Infine esprimiamo profondo rammarico e preoccupazione per le parole piene di livore e rancore personale dell’ex Sindaco; pur comprendendo il suo stato d’animo e la sua sofferenza respingiamo in maniera ferma e dura il tentativo “cattivo” di avvelenare le ragioni dell’unita’ fondata sul confronto civile e democratico all’interno del PD e nel rapporto con la città”

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/noi-siamo-il-partito-di-renzi/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *