Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 7 Ott, 2017 in Bar dello Sport, Prima Pagina | 0 Commenti

Non basta la grinta passa il Lecce

Non basta la grinta passa il Lecce

Non basta la grinta, passa il Lecce.
Buona prestazione dei gialloblè che, però, cedono di fronte alla capolista

di Jacopo Petruccione

Vittoria dei salentini al “Pinto” di Caserta, utilizzato dagli stabiesi come campo neutro per le partite casalinghe , in attesa della fine dei lavori al “Menti” della Città delle Acque.
I tecnici Ferrara e Caserta, reduci dalla sconfitta nel turno infrasettimanale in quel di Bisceglie, optano per un finto 4-3-3 che, si sostanzia, più che altro, in un più guardingo 3-5-2.
Difesa affidata a Morero con Dentice e Allievi, supportati da Crialese e Lisi sulle corsie esterne. Al centro Viola affianca Mastalli e Matute, con Strefezza poco dietro il terminale Paponi.
Il match comincia con un possesso di palla di entrambe le squadre, che si rivela sterile.
Ci pensano una paio di “folate” ad accendere la partita: prima Viola ci prova da lontano e lambisce di poco il palo, poi Strefezza ma ancora senza fortuna, mentre i salentini devono fare a meno di Lepore, che esce anzitempo per infortunio.
A poco meno di 7’ dalla fine del primo tempo, però, passano i pugliesi, su un’indecisione di Branduardi.
Il cross dalla destra di Pacilli trova Caturano, che colpisce di testa in modo lento ma che vede impreparato nella risposta, abbastanza goffa, il numero uno gialloblè, trovando abile Di Piazza nel depositare in rete il vantaggio.
Prima della fine della prima frazione di gioco, ci prova timidamente Paponi, con un colpo di testa poco pericoloso.
Il secondo tempo comincia senza grandi novità ma, passa poco, e le vespe pareggiano, con un gran gol di Crialese dalla distanza che si insacca alla sinistra del portiere avversario Perucchini, che nulla può.
Partita ripresa se non fosse per il “solito” blackout stabiese. Dal 53’ al 56’ le vespe incassano un uno/due che ribalta il risultato: pochi minuti e si passa sull’1-3.
Prima un errore di Morero in impostazione difensiva rende tutto più facile a Di Piazza che mette Caturano a tu per tu con Branduardi, che viene trafitto per il vantaggio ospite.
Passano meno di due minuti e il Lecce passa a 3, ancora con Caturano, abile nel farsi trovare libero a mettere in rete un invitante assist.
Nel frattempo entrano Simeri e Capece e, proprio il primo a 15 dalla fine, mette un assist per l’accorrente Paponi, che accorcia le distanze.
A nulla serve il forcing finale stabiese, vince il Lecce per 3-2, portando avanti la striscia di risultati utili consecutivi che la rilanciano in vetta alla classifica.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/non-basta-la-grinta-passa-lecce/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *