Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 12 Giu, 2018 in Cultura, Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

Sant’Antonio e Donna Sciurella

Sant’Antonio e Donna Sciurella

Sant’Antonio e Donna Sciurella

di Angela Longobardi

Un legame unico e autentico di quelli che al giorno d’oggi sarebbero impensabili. Un legame che il 13 giugno di ogni anno si rinnova, qui a Castellammare,  nei ricordi di quei bambini , oggi uomini e donne con i capelli grigi e segnati dalle rughe e dal tempo vissuto, che,  col giglio bianco tra le mani ”prendevano la comunione” nel giorno in cui la chiesa cattolica celebra Sant’Antonio di Padova. Via San Bartolomeo 72 , nel cuore del centro antico di Castellammare, a pochi passi da via Gesu’, allora una delle strade piu’ importanti della città, tanto da essere sede di prestigiose gioiellerie, è li’ che abitava  Donna Sciurella, al secolo Maria Fiorella Longobardi . Da quel portoncino piccolo , salite le scale, si arrivava fino al terzo piano , per pregare il Santo. Erano gli anni a cavallo tra le due guerre mondiali quando quell’appartamento  inizio’ a diventare luogo di culto e di preghiera e per molti punto di riferimento.  Fuori c’era la guerra, la disperazione, la fame, tra quelle mura in via San Bartolomeo  72 si respirava aria pulita. Tutto profumava di buono. Negli anni quell’appartamentino sarebbe diventato il primo Oratorio Antoniano della città.  Per tutti c’era una parola, una preghiera, un aiuto. Il pane per i poverelli, qualche immaginetta del santo, e l’ovatta con l’olio della Lampada di Sant’Antonio . Non si risparmiava in preghiere la donna a cui in tanti chiedevano di intercedere con ”o zelluso” per far la ”grazia” .

   Processione Sant’Antonio, dopoguerra- Castellammare.
Foto Articolonline

Ricordi che affiorano alla mente , tramandati da nonna a nipote. Tanti sono gli aneddoti che raccontano di una vita di sacrifici e amore per il prossimo. Una vita di devozione per un santo , Antonio, le cui agiografie sottolineano come egli sapesse far convivere grande rigore e dolcezza d’animo. Donna Sciurella è stata tanto per molti. Oggi che il ricordo parlato ha lasciato il posto a video e post in molti hanno provato a tracciare una figura della signora Fiorella. Significativa è la testimonianza di Dina di Martino “segretaria di Sant’Antonio” caricata su Youtube dal nipote Lucio . In questo video la signora Dina racconta proprio delle Prime Comunioni. Una testimonianza da ascoltare per rivivere quei tempi e per chi non li ha vissuti scoprire la bellezza di una Castellammare che era comunità viva, vera, reale.

 

Oratorio Antoniano di donna Fiorella Longobardi – Prime comunioni

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/oratorio-antoniano-di-donna-fiorella-longobardi-prime-comunioni/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *