Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 21 Set, 2016 in Prima Pagina, Quarta pagina | 0 Commenti

Per Castellammare chiede incontro ad Osanna 

Per Castellammare chiede incontro ad Osanna 

Scuola di alta formazione il gruppo PerCastellammarechiede un incontro al Soprintendente Massimo Osanna
I consiglieri del gruppo Per Castellammare Salvatore Vozza e Alessandro Zingone chiedono un incontro al Soprintendente Massimo Osanna intervenuto sulla vicenda della Scuola di restauro, chiarendo, in una nota stampa, che “la scuola non è a rischio ma è il comune di Castellammare da due anni a non firmare la convenzione”.

Castellammare. “Nella nostra nota di lunedì scorso – dichiarano i consiglieri Salvatore Vozza e Alessandro Zingone – chiedevamo all’amministrazione comunale delle risposte su questo. Siamo soddisfatti del fatto che il Soprintendente Osanna sia intervenuto chiarendo i ritardi del comune di Castellammare e mantenendo fermo l’impegno dell’ente da lui diretto. Significativo resta a tutt’oggi il silenzio dell’Amministrazione Comunale. Ancora non capiamo il “perché non si firmi la convenzione per la Reggia di Quisisana” . Avevamo chiesto – proseguono i rappresentanti del gruppo Per Castellammare – con un’interrogazione presentata lunedì chiarimenti al Sindaco Antonio Pannullo chiedendo inoltre “quale iniziativa l’Amministrazione comunale intendesse urgentemente mettere in campo, a partire dalla convocazione di un consiglio comunale aperto al quale invitare a partecipare lo stesso soprintendente Osanna. Il gruppo Per Castellammare ricorda che “il “Protocollo d’intesa per la istituzione della sede distaccata di Castellammare di Stabia dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro”, firmato in data 11 aprile 2008 a Roma presso l’Ufficio del Segretario Generale del Mibact da Mibact, Istituto superiore per la conservazione e il restauro (Iscr) , Direzione regionale per i beni culturali e il paesaggio della Campania, Regione Campania, Provincia di Napoli e Comune di Castellammare di Stabia, prevedeva che una sede distaccata dell’Iscr venisse portata nell’area vesuviana e che, inoltre, nel dicembre 2009 fu sottoscritta a Napoli, presso la sede della Direzione regionale per i beni culturali e il paesaggio della Campania, la “Convenzione tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Campania, Provincia di Napoli, Città di Castellammare di Stabia e Università Suor Orsola Benincasa di Napoli per la costituzione di un Gruppo di lavoro tecnico per la elaborazione di un progetto di utilizzo e gestione del Palazzo reale di Quisisiana”. Vozza e Zingone sottolineano come il Consiglio comunale di Castellammare di Stabia abbia approvato all’unanimità il giorno 6 febbraio 2010 due delibere relative al Palazzo reale di Quisisana, e precisamente la D.C. n. 31 del 6 febbraio 2010 ad oggetto “Palazzo Reale Quisisana – Presa d’atto verbale conclusivo tavolo tecnico, corredato da rilievi planimetrici, Piano di utilizzo e gestione, Convenzione” e la D.C. n. 32 del 6 febbraio 2010 ad oggetto “Palazzo Reale di Quisisana – formalizzazione rapporto con Università Suor Orsola Benincasa di Napoli per Scuola quinquennale di Restauro”. E che, inoltre, nell’agosto del 2015 sia stato proprio il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini in un’intervista al Corriere della Sera a dichiarare di voler istituire grazie alla disponibilità di 6 milioni di euro una Scuola del Patrimonio aperta sia agli studenti italiani che abbiano già concluso l’iter universitario (laurea più master) che a studenti stranieri, aggiungendo: “Abbiamo individuato la sede, la Reggia borbonica di Quisisana a Castellammare di Stabia, ripristinata da poco tempo e inutilizzata. Pensiamo a una scuola che si basi su alcuni piloni formativi: la tutela, il restauro, la valorizzazione, una sezione dedicata all’archeologia in collaborazione con la prestigiosa Scuola archeologica di Atene. La vicinanza della reggia con Pompei realizzerà un asse con le nostre eccellenze in quel campo. Nasceranno nuove professionalità nel nostro Paese”

Ringraziammo il Soprintendente Osanna per l’impegno e attendiamo segnali dal sindaco

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/per-castellammare-chiede-incontro-ad-osanna/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *