Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 20 Feb, 2016 in Good News | 0 Commenti

Pizza, patrimonio dell’umanità

Pizza, patrimonio dell’umanità

La Pizza patrimonio dell’umanità. Ha raccolto consensi la petizione lanciata circa un anno fa dall’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio a sostenerlo volti noti e tre ministri dell’attuale governo Renzi, il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti. Tra i vip che hanno sposato la battaglia della Coldiretti e della fondazione di Pecoraro Scanio: Gabriele Muccino, Renzo Arbore, Luciana Littizzetto, Ilary Blasy, Jimmy Ghione, Eugenio Bennato e Giorgio Panariello. Tra gli sportivi i calciatori Totò di Natale, Fabio Quagliarella e tutta la squadra del Pisa calcio. Un riconoscimento quello chiesto che punta anche a tutelare la qualità dell’alimento più amato dai napoletani e non solo “l’Italia – ha sottolineato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo- è il Paese dove più radicata è la cultura alimentare di questo prodotto. La pizza rappresenta un simbolo dell’identità nazionale”. E di pizza in Italia e nel mondo se ne consuma davvero tanta. Cifre da record come il milione di firme raccolte.  Secondo i dati forniti dalla stessa Cna, i maestri pizzaioli sfornano ogni giorno 8 milioni di pezzi, vale a dire quasi 192 milioni di pizze al mese e 2,3 miliardi di pizze l’anno per un giro d’affari di 12 miliardi di euro. A questa produzione corrisponde il fatto che gli italiani mangiano mediamente 7,6 chili di pizza all’anno, più o meno a 38 pizze napoletane a testa. Quasi il doppio di quanta se ne mangi in Francia e in Germania (intorno ai 4,2 chili all’anno), ma di fatto al pari del consumo canadese (7,5 chili) e addirittura la metà del consumo degli Usa (13 chili), dove una ricerca di alcuni anni fa evidenziò che i bambini statunitensi consideravano la parola «pizza» come la più americana di tutte.

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/pizza-patrimonio-dellumanita/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *