Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 31 Ott, 2016 in Bar dello Sport, Quarta pagina | 0 Commenti

Quei sospetti interessati

Quei sospetti “interessati”.

Di Jacopo Petruccione

Ecco, come un fulmine a ciel sereno, che avanza oggi, all’indomani della meritata vittoria delle vespe sul Cosenza, la polemica sollevata da sololecce.it (http://www.sololecce.it/news/370874420742/il-video-incredibile-a-castellammare-i-rigori-li-regalano-cosi-un-altra-campana-spinta-in-vetta) in merito al rigore assegnato ai padroni di casa e trasformato da Ripa.

Quanto riportato dal titolo dell’articolo, a firma di Matteo Bottazzo, esprime una grave accusa, ovvero che le vespe siano state “accompagnate” al primo posto dall’aiuto arbitrale.

Dato non da tralasciare è che, per il medesimo rigore, poco o niente venga da Cosenza, teoricamente la vittima dell’aiutino.

Una grave accusa che, invece, non può macchiare assolutamente, ne in minima parte scalfisce , quanto di bello ed entusiasmante si respira nella Città delle Acque.

Sei vittorie su sei in casa, solo due reti subite tra le mura amiche, gioco spumeggiante ed elogi da gran parte degli addetti (quelli veri…) ai lavori sono la reale risposta a queste accuse, che rasentano il ridicolo.

Dispiace prendere atto della volontà, non si sa con quale fine, di sollevare dal Salento questa polemica ingiustificata e sterile, soprattutto se si considera che il Lecce dovrà giocare stasera il derby contro il Foggia.

Probabilmente quanto scritto è solo la conseguenza di una tensione crescente in terra pugliese, anche a seguito degli ultimi passi falsi di Torromino&co.

Per il Lecce questo campionato, come gli ultimi, rappresenta una chance da non fallire per tornare in cadetteria.

Il campo ha dato sempre verdetti che hanno lasciato il Lecce in Lega pro.

La verità, quindi, è che la JuveStabia, ora più che mai, fa paura e la lotta al vertice ed in zona playoff risulta sempre più agguerrita.

Il campionato è così bello e da vivere che queste teorie del sospetto tutti ne possono far anche a meno, soprattutto perché verrebbe da chiedersi “spinta in vetta” da chi?

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/quei-sospetti-interessanti/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *