Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 27 Dic, 2016 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

San Leonardo, Vozza e Zingone interrogano Pannullo

San Leonardo, Vozza e Zingone interrogano Pannullo

Le condizioni dell’ospedale San Leonardo al centro del dibattito politico stabiese a lanciare il sasso nello stagno sono i consiglieri del gruppo di opposizione Per Castellammare che oggi hanno depositato un’interrogazione sul presidio ospedaliero di Viale Europa.

Ecco il testo:

”Premesso che l’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, presidio di 1° livello della rete ospedaliera dell’ASL Napoli 3 Sud, punto di riferimento per tutto il comprensorio Stabiese, presidio di Pronto Soccorso dove afferiscono ogni giorno centinaia di cittadini, sta vivendo, ora come non mai, una fase di estrema criticità dovuta a scelte aziendali che, a partire dalla fusione dell’ex ASL Napoli 4 con l’ex ASL Napoli 5, hanno continuamente privilegiato l’area Nolana a scapito dell’Area Stabiese;
Considerato che dette scelte stanno comportando oltretutto un depauperamento delle risorse professionali con il conseguente e reale rischio di ridimensionamento e accorpamento di reparti di degenza (ad esempio si prevedono gli accorpamenti del reparto di Medicina con il reparto di Geriatria e del reparto di Chirurgia con il reparto di Urologia) e alla drastica riduzione o addirittura la chiusura di essenziali servizi per gli utenti/degenti, tipo l’ufficio richiesta atti sanitari, l’ufficio per la dichiarazione delle nascite e gli uffici di Direzione Sanitaria di Presidio ;
Considerato altresì che la suddetta situazione implica un serio rischio per l’assistenza diretta e in generale per la salute dei cittadini di tutto il comprensorio stabiese;
Visto che tutte queste criticità vengono riportate, purtroppo con cadenza quasi quotidiana, dagli organi di stampa locali, che pubblicano articoli di denuncia di disservizi o, nel peggiore dei casi, episodi di cosiddetta “malasanità” di cui non ci sentiamo di addossare la colpa agli operatori che stoicamente sono costretti a lavorare in condizioni di estremo disagio;
Tanto premesso
chiediamo al sig. Sindaco, nella Sua qualità di massima Autorità Sanitaria Locale:
• se dal suo insediamento ha incontrato in sedi ufficiali i vertici Aziendali della ASL Napoli 3 Sud
• se dal suo insediamento si è recato in visita ufficiale nel P.O. San Leonardo
• se è a conoscenza delle criticità elencate
• se ha ricevuto assicurazioni, dopo l’odg approvato in Consiglio Comunale, sui tempi per l’attivazione della Unità di Emodinamica
• se e in che modo intende intervenire, nella Sua qualità di massima Autorità Sanitaria Locale, nei confronti dei vertici dell’ASL Napoli 3 sud per individuare interventi condivisi atti alla soluzione delle problematiche del P.O. San Leonardo”

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/san-leonardo-vozza-zingone-interrogano-pannullo/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *