Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 24 Ott, 2016 in Bar dello Sport, Qui Castellammare | 0 Commenti

Stabia che meraviglia 

Stabia che meraviglia 

Stabia, che meraviglia.

Di Jacopo Petruccione
Batte la Paganese al Marcello Torre e si avvicina a -1 alle capolista Lecce e Foggia.
Vespe che devono far a meno di Cancellotti che, per problemi familiari, ha dovuto abbandonare il ritiro.

Al 4’ la Juve Stabia già passa: Ripa in area, colpisce di testa e batte il giovane Chiriac per la rete dell’1-0.

Al 17’ le vespe sfiorano il raddoppio con un colpo di testa di Atanasov, di poco fuori. Un’altra occasione per i gialloblù arriva al 42’ con Sandomenico che, dalla sinistra, prova la conclusione a rete ma il portiere avversario è bravo a mettere in calcio d’angolo. Il primo tempo finisce con la Juve Stabia in vantaggio.

La seconda frazione di gioco si apre con il raddoppio di Izzillo che con batte Chiriac.

Al 55’ Kanoute rileva un buon Marotta.

Al 62’ si accende il match e vengono espulsi il vice allenatore e il direttore sportivo della Paganese.

Dopo poco arriva la rete della Paganese con Camilleri che accorcia le distanze.

I ragazzi di Fontana sanno soffrire e portare i tre punti importantissimi a casa.

La partita si conclude dopo 4’ minuti di recupero, con la vittoria per 2-1 della Juve Stabia che “vola” al secondo posto, ad un punto da Foggia e Lecce.

Mentre i foggiani riscattano il Ko della settimana scorsa, battendo il Monopoli in casa, i salentini si fermano al Massimino.

Castellammare esplode di gioia, portando in trionfo i propri calciatori al ritorno dalla trasferta.

Lo merita questa tifoseria che ieri è dovuta stare lontana dalla squadra, assistendo la gara attraverso un maxischermo apposto fuori il Menti.

Segnale della passione di un popolo che lo ha ripetuto a gran voce: vuole vincere.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/stabia-che-meraviglia/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *