Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 21 Feb, 2017 in Prima Pagina, Qui Castellammare | 0 Commenti

Terme forze sociali, lavoratori e consiglieri comunali per discutere del futuro

Terme forze sociali, lavoratori e consiglieri comunali per discutere del futuro

La situazione delle Terme di Stabia al centro dell’incontro promosso dai consiglieri V.Amato, A.Cimmino,V.Ungaro, A Zingone


”Da qualche tempo – scrivono nel testo i consiglieri Amato,  Cimmino,Ungaro, Zingone , si è riaperta la discussione sulle scelte più utili e opportune al fine di ridare all’attività termale il ruolo che ha sempre avuto nella vita della nostra città. La situazione è però parecchio complicata: la società Nuove Terme è fallita, la Sint è in condizioni precarie, le Antiche Terme – benché da poco ristrutturate – sono nei fatti chiuse. Sappiamo tutti che provare a riavviare le attività termali non è compito semplice e che servirà uno sforzo di tutti, dei diversi livelli istituzionali, delle parti sociali, del ruolo e delle iniziative dei privati. In questo momento, se non si vuole ancora parlare di un progetto, servirebbe quanto meno una seria riflessione per capire quale debba essere la mission che si pensa possa essere utile sottoporre alla valutazione dei soggetti istituzionali e degli investitori privati. E tuttavia, nemmeno questo riusciamo a cogliere nei primi atti compiuti dall’attuale Amministrazione cittadina: l’atto d’indirizzo per Antiche Terme appare infatti improvvisato e generico; e gli annunci delle varie e diverse soluzioni anche per le Nuove Terme, non fanno che confermare questa sensazione. I gruppi consiliari di opposizione, consapevoli del fatto che non servono contrapposizioni e polemiche sterili, hanno provato nella Commissione Finanze e in Consiglio Comunale ad avanzare proposte. Vi proponiamo però, per valutare insieme le iniziative e le proposte più utili al fine di sbloccare questa situazione di stallo, di incontrarci giovedì 23 febbraio alle ore 15 nella sala S.Bidello posta al terzo piano

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/terme/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *