Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 25 Mag, 2018 in Qui Castellammare | 0 Commenti

Turismo. Massimo de Angelis

Turismo. Massimo de Angelis

 

 

Il candidato sindaco Massimo de Angelis presenta la sua proposta più forte per lo sviluppo di Castellammare di Stabia con il progetto porto: «Il nostro porto rappresenta il motore che deve essere acceso per far scoppiare lo sviluppo ed il lavoro nella nostra città. La nostra scelta è quella di realizzare Stabiae/Pompei porto. Pensiamo ad una soluzione cluster che tenga insieme due server: la Fincantieri e la rigenerazione del vecchio porto. I numeri sono chiari: 4 milioni di turisti ogni anno di cui 1.300.000 arrivano via mare. Dobbiamo intercettare importanti flussi turistici (obiettivo stimato 400.000 turisti) e dare una svolta radicale alla nostra economia.

Da poche settimane il porto di Castellammare è diventato Zona Economica Speciale: questo significa investimenti privati, meno burocrazia, maggiore competitività. Ho già avviato una rete di relazioni internazionali per sondare l’interesse concreto dei principali gruppi crocieristici ad investire su Castellammare di Stabia. Con l’Autorità Portuale di Napoli predisporremo un bando internazionale per determinare la svolta.

Nei luoghi del deposito dei Sali e dei Magazzini Generali può sorgere il Terminal della nuova stazione crocieristica Stabiae-Pompei, la caserma Cristallini può essere trasformata in un albergo a 5 stelle, via Brin, via Bonito e l’Acqua della Madonna possono diventare la promenade del Vesuvio con ristoranti, vinerie, locali per i giovani, via Gesù, Santa Caterina, Licerta, via De Turris torneranno ad essere luoghi del commercio, dell’artigianato, dei figli degli affittacamere che accendono le insegne di decine di bed and breakfast.

È questa la traiettoria di futuro più significativa del mio programma. In questa direzione abbiamo stimato la possibilità di creare 4mila occasioni di lavoro per i giovani e non solo».

 

 

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/turismo-massimo-de-angelis/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *