Pages Menu
TwitterFacebook
Categorie

Postato by on 3 Apr, 2017 in Bar dello Sport | 0 Commenti

Un pareggio che penalizza le vespe

Un pareggio che penalizza le vespe

Un pareggio che penalizza le vespe.

di Jacopo Petruccione

Finisce 2-2 il derby tra Stabia e Casertana.
Decisive al Menti, ancora una volta, le decisioni a dir poco “discutibili” del direttore di gara che assegna un rigore dubbio ai falchetti e poi nega clamorosamente ai gialloble’ uno per atterramento di Marotta.
Carboni ritrova gran parte della “vecchia guardia” soprattutto con l’inserimento di Spider Ripa, autore di due gol, oltre Mastalli, Izzillo, Marotta e Morero e qualche miglioramento si vede.
Al 6′ le vespe passano con il capocannoniere Ripa, abile nello sfruttare una mischia in area e a battere Ginestra.
Ma al 12′ entrambe le compagini campane restano in 10 per l’espulsione di Rajicic che provoca Capodaglio.
Dopo cinque minuti, tra lo stupore generale, un imbarazzante arbitro concede un rigore alla Casertana per un atterramento di Orlando in area di rigore.
Trasforma Ciotola che porta il risultato in parità.
A pochi minuti dalla fine del primo tempo una sfortunata deviazione di Camigliano permette ad un tiro di Orlando di superare Russo ed i falchetti passano in vantaggio, mandando in euforia i pochi sostenitori casertani giunti al Menti.
Passa poco ed ancora il direttore di gara si “supera” non assegnando un rigore evidente su Marotta.
Il secondo tempo vede le vespe spingere subito sull’acceleratore e dopo 6 minuti sempre Ripa riporta il risultato in parità.
I gialloble’ ci credono e la Casertana va in difficoltà ma, neanche con l’inserimento di Kanoute e Paponi, quest’ultimo ancora impalpabile, il risultato non cambia.
Qualche piccolo progresso in termini di gioco rispetto alle ultime uscite ma la vittoria latita ancora al Menti.

Twitter
Facebook
Google+
http://www.larticolonline.it/un-pareggio-penalizza-le-vespe/

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *