Qui Castellammare

Stop ai circhi sul territorio cittadino

Un Consiglio Comunale che metta all’ordine del giorno e approvi  un Regolamento contenente un chiaro divieto di tenuta di spettacoli con animali sul territorio cittadino è quanto chiede con una lettera scritta l’Adda al primo cittadino Gaetano Cimmino .

L’A.D.D.A si legge in una nota inviata alla stampa  ”ha indirizzato al Sindaco Gaetano Cimmino una lettera, in cui ha espresso amaro stupore riguardo all’attendamento del Circo Orfei in corso Alcide De Gasperi, segnalando che l’Amministrazione Comunale di Castellammare, che in passato si è espressa (a parole) contro l’attendamento sul territorio di circhi che utilizzano animali durante gli spettacoli, purtroppo, non ha mai emesso alcuna ordinanza in tal senso ma addirittura ha sempre consentito la tenuta di tali “spettacoli” in città, confermando, così, di non tenere affatto né al benessere degli animali in generale né alla corretta educazione delle nuove generazioni.
Non a caso, l’A.D.D.A. aveva già scritto al medesimo Sindaco una lettera il 20/4/2019, in occasione dell’autorizzazione alla tenuta sull’Arenile, dello spettacolo denominato “Terraquarium. In tale occasione avevamo già detto che “… è lo ‘spettacolo’ di una natura calpestata, offesa e privata della sua dignità. Chi contesta queste manifestazioni … le paragona ad un mercato di schiavi presentato invece come evento per famiglie. Ciò legittima, soprattutto alle giovani generazioni, reclusione e sfruttamento dei soggetti più indifesi della società. Un’impietosa esibizione di animali privati per sempre della libertà, trasportati in scatolette poco più grandi di loro, detenuti in vasche e teche minuscole, oggetto di spietato mercimonio al quale sono incapaci di ribellarsi. Iniziative che imprigionano gli animali per il nostro divertimento sono estremamente diseducativi per i bambini, ai quali andrebbe al contrario spiegato, che questi reclusi a vita senza alcuna colpa, impazziscono per la monotonia e la disperazione. L’A.D.D.A., associazione da oltre un trentennio impegnata sul territorio nella tutela dei diritti di chi non ha voce per difendersi, ritiene scandaloso che l’amministrazione comunale abbia dato assenso a questa orrenda esposizione di esseri viventi privati di ogni ragione di vita, evento privo di qualsiasi connotazione culturale, bensì costituente riprovevole manifestazione di sopraffazione dell’uomo sulle altre specie”.
Già qualche mese fa, quindi, avevamo chiesto che si procedesse alla revoca dell’autorizzazione, “in virtù di una nuova valutazione dell’interesse pubblico alla diffusione in una società che si pretende civile, di messaggi di rispetto per ogni essere vivente e soprattutto dei più indifesi”.
Adesso, l’A.D.D.A. ha espresso l’auspicio che risponda al vero la notizia, diffusa sui social, del diniego del Sindaco allo svolgimento da parte del Circo Orfei di spettacoli prevedenti l’utilizzo di animali, che a tale decisione si tenga fede e che nel più breve tempo possibile si iscriva all’OdG del Consiglio Comunale l’approvazione di un Regolamento contenente chiaro divieto di tenuta di siffatti “spettacoli” sul territorio stabiese.”

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like